A Flaibano sono presenti vari resti di epoca romana, come ville e depositi. Il nome deriva da Flavianus, un romano che fondò il paese poco dopo la fondazione di Aquileia. A Sant’Odorico è presente una tomba di epoca preistorica. Il comune è uno dei quattro che formano l’itinerario turistico del “teritori da la civiltat dal clap” (territorio della civiltà dei sassi).

Il nome deriva da Flavianus
Il nome deriva da Flavianus

L’attuale Chiesa parrocchiale, edificio ad una sola navata con cappelle laterali, è il prodotto di continue modifiche succedutesi nei secoli e culminate nel quasi totale rifacimento (per quanto riguarda la parte architettonica) avvenuto tra gli anni 1922 e 1933. Conserva due acquasantiere del 1511 e del 1671, un altare marmoreo settecentesco con le statue dell’Annunciata e dell’Arcangelo Gabriele, nel quale furono collocate, nel 1772, le reliquie dei Martiri Bonifacio e Vittorio. L’altare ha preso il posto del precedente, cinquecentesco, parte in legno e parte in pittura; i documenti lo ricordano come un trittico in legno dorato a due ripiani al centro dei quali stanno le statue della Madonna con Bambino e dell’Eterno Padre, ai lati le pitture dei S. Pietro Martire e S. Giovanni Evangelista, S. Rocco e S. Urbano (in alto) e delle Ss. Agata e Brigida (in basso).

L’autore, Bernardino Blaceo, intagliatore e pittore udinese, qui operoso intorno alla metà del XVI secolo, è lo stesso dell’antico altare della parrocchiale diRemanzacco, molto simile nello stile. I quattro dipinti con i sei Santi nominati sono rimasti e testimoniano le capacità dell’artista. L’antico portale della chiesa, ora posto sul fianco sinistro, è opera datata 1506 e firmata da Giovanni Antonio Pilacorte, ha un malandato tondo con la Madonna con Bambino in bassorilievo nella lunetta e stipiti e architrave decorati con ben sedici testine di putti alati.

Nella Chiesetta di San Giovanni in località Sottoselva, altarolo in pietra con figure in bassorilievo di Madonna con bambino nella lunetta e di S. Giovanni Battista con il donatore Donato Tiritello nella pala. Le parti figurate sono dipinte, fatto eccezionale nel mondo scultoreo friulano, ma non infrequente nelle opere del lapicida Carlo da Carona, cui può essere attribuito l’altare datato 1536.

La Chiesa di San Odorico, abbazia ricordata fin dall’XI secolo, ha una bella abside semicircolare con finestra a tutto sesto strombata; sguanci lavorati, ed un antico affresco con S. Cristoforo in facciata (XIV secolo). La chiesa conserva quattro dipinti settecenteschi raffiguranti gli Evangelisti, recentemente restaurati. La tradizione orale li vuole dono fatto alla chiesa, tra Sette ed Ottocento, dalla famiglia carnica dei Cortolezzis, sono attribuiti al pittore Nicola Grassi (Formeaso 1682 – Venezia 1748).

Presso San Odorico si trova anche Villa Marangoni Masolini, che sorge poco distante dalle ghiaie del tagliamento. Un tempo monastero di frati benedettini che gestivano l’abbazia e il guado sul tagliamento riscuotendo il pedaggio. La villa, nella sua struttura neoclassica attuale, può essere datata al 1700 circa. Vi si accede attraverso un vasto parco su cui affaccia la parte frontale della villa.

Sociatà

Lingue e dialetti

A Flaibano, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano centro-orientale, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 “Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana”, con la quale la Regione Friuli Venezia Giulia stabilì le denominazioni ufficiali in friulano standard e in friulano locale dei comuni in cui effettivamente si parla il friulano.

Trasporti

Il comune di Flaibano è servito dalle autolinee saf San Odorico – Udine e Codroipo – San Daniele del Friuli. La stazione ferroviaria più vicina è quella diCodroipo, sulla linea Udine – Venezia.

Cultura

La Biblioteca Civica di Flaibano è situata in via Indipendenza 27 ed è aperta martedì dalle 16:00 alle 19:00 e venerdì dalle 15:00 alle 19:00.

In via Indipendenza si trova anche la sala espositiva “L’ARTERIA” che accoglie spesso mostre inerenti al territorio del comune o del Friuli. Nello stesso edificio ha sede anche il centro di informazioni turistiche. Flaibano ospita anche il centro scolastico “Medaglia D’Oro Luigi Bevilacqua”, che comprende un asilo nido, una scuola dell’infanzia e la scuola elementare, la prima a tempo pieno d’Italia,che festegga nel 2010 il 40º anniversario, con orario dalle 8:00 alle 16:30.